2 agosto – 16 agosto € 1250

  Milos – Naxos

Cicladi e Piccole Cicladi

milos-naxos

Itinerario: Milos-Polyegos-Kimolos-Folegandros-Sikinos-Ios-Schinoussa-Amorgos-Andikeros-Koufonissi-Kalando-Naxos

Imbarco ad Adamas per poi in serata esplorare il paesino di Plaka che con il suo Kastro domina dall’alto tutta l’isola. Un labirinto di vicoli con negozietti di artigianato locale e alcune tipiche taverne che ci delizieranno con la tradizionale cucina greca. La mattina seguente raggiungeremo la baia di Kleftiko nella punta sud occidentale dell’isola: i colori delle rocce di origine vulcanica disegnano un paesaggio fantastico, degno d’ammirazione, e l’acqua celeste chiaro invita a lunghe nuotate. Nottata sotto le stelle all’ancora nella lunare Kalamos bay. Cinque miglia ci separano da Polyagos che raggiungeremo la mattina seguente per andare alla scoperta di calette segrete, piene d’incanto come quella di Faros, che ci accoglie nel suo scrigno di rocce e profumi della macchia mediterranea. Lasciati i faraglioni del “Giardino del Mago” faremo rotta su Kimolos dove in serata daremo volta alle cime d’ormeggio nel piccolo porto di Psathi. Irrinunciabile da qui, dopo aver bevuto una limonata fresca al bar “Postali”, una passeggiata fino alla Chora ricca di scorci di una Grecia autentica. Sospinti dal meltemi rotta su Folegandros, qui regna una pace infinita, bouganville ed ibischi colorano i bianchi balconi di legno delle case. Nell’aria si sente al mattino il profumo del pane più buono delle Cicladi, il suo Kastro, una fortezza costruita nel 1210 dai veneziani è un villaggio nel villaggio dipinto di colori pastello. Prua su Ios, l’isola delle bianche spiagge con la sua Chora dominata da tre deliziose chiesette dalle caratteristiche cupole azzurre. Immancabile a Ios una sosta a Manganari bay nell’estremo sud dell’isola, cinque “idilliache” spiagge dorate dove trovare ridosso dal Meltemi e trascorrere la notte alla fonda. Il mattino seguente lasceremo le Cicladi sud-occidentali per solcare le acque che ospitano lo straordinario arcipelago delle Piccole Cicladi. Rotta sulla piccola e appartata Schinoussa: la sua calma atmosfera invita ad una passeggiata sotto le stelle al chiaro di luna. Da qui proseguiremo per Amorgos, irrinunciabile la visita al suggestivo monastero di Hozoviotissa, l’abbagliante facciata incastonata nella roccia a strapiombo sul mare è una vista mozzafiato. La Chora è una fra le più belle di tutte le Cicladi con le sue piazzette, vicoli animati e affascinanti scorci. Tappa successiva: Andikeros, un’isola disabitata che nasconde una delle più incontaminate rade di tutte le Cicladi. Poche miglia più a nord-ovest ed ecco Koufonissi, l’isola è uno scrigno di spiagge dorate e rocce “d’avorio” dove regna un’atmosfera sorprendentemente tranquilla, imperdibile una sosta a Pori, un ferro di cavallo di finissima sabbia bianchissima lambito da uno specchio d’acqua vitrea di colore azzurro. Sabato mattina partenza con il vento al traverso e sosta nella parte più meridionale di Naxos dove pranzeremo nella baia di Kalando. Nel pomeriggio risaliremo il canale che separa Paros da Naxos per raggiungere in serata la Chora dell’isola sovrastata dalla spettacolare Porta di Apollo. Terminate le operazioni di ormeggio ci addentreremo nel labirinto che ospitava il vecchio mercato per poi cenare dall’amico Georgios alla taverna Apostolis che offre una delle cucine più deliziose di tutto il mare Egeo.